Anche l’Italia guarda al futuro del gaming! Fondazione Ikaros porta gli eSport tra i banchi di scuola italiani

La Fondazione Ikaros in Lombardia porta gli eSport nelle scuole italiane per lanciare i giovani nel mondo del lavoro videoludico competitivo

Esport a scuola? Fondazione Ikaros dice sì. La Fondazione ha sede nell’Istituto Politecnico di Grumello del Monte, un paese in provincia di Bergamo, Lombardia. L’Istituto sarà la prima scuola superiore italiana dotata di una sala LAN che verrà utilizzata sia per l’attività didattica sia per match competitivi.

 L’idea nasce dall’osservazione di una realtà di fatto: molti ragazzi spendono parte del proprio tempo davanti a PC e consolle utilizzando i videogiochi. Ikaros vuole trasformare questa passione in una sfida educativa intercettando i ragazzi lì dove sono: passare dal gioco individuale, senza uno scopo particolare, alla costruzione di una squadra che sappia raggiungere obiettivi ben precisi.

Il gioco competitivo in team comporta, oltre allo sforzo personale per dare il meglio, anche un confronto diretto fra diverse figure ed un intenso lavoro di gruppo necessario per raggiungere traguardi comuni, competenze sempre più richieste anche nell’ambiente lavorativo.

 

Credit to: Paolo Gianfrate

La Fondazione Ikaros non è sola in questo ambizioso progetto, ha infatto avviato una collaborazione con GAMES KINGDOM, una società sportiva di Bergamo, con la quale ha già tenuto una lezione introduttiva sugli esport e la loro storia, il loro funzionamento, le dimaniche di squadra e i tornei.

Il progetto a partire dal 2018 si strutturerà su due livelli. Il primo livello sarà un percorso didattico vero e proprio per gli studenti dell’area tecnologica, un’occasione di approfondimento per tutto ciò che riguarda il mondo degli e-sports e la tecnologia: i graphic designer potranno approfondire in classe tutti gli aspetti riguardanti la grafica dei videogiochi; i tecnici elettronici si occuperanno dello studio delle reti di cablaggio e della gestione e ottimizzazione della sala LAN mentre i tecnici informatici studieranno tutta la parte dedicata alla programmazione.

Per avere più informazioni su questo interessante progetto, si può visitare il sito ufficiale.

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI