Aggiornamenti sul caso Cliffe: secondo i referti, avrebbe ripreso il rapporto sessuale a insaputa della minorenne

Il co-creatore di Counter-Strike, Jess Cliffe, è stato rilasciato dopo l’accusa di sfruttamento sessuale di un minorenne ed è stato descritto come “un rischio per la comunità”

Jess Cliffe, uno dei creatori di Counter-Strike, era stato arrestato giovedì scorso dalla polizia di Seattle, dopo essere stato sospettato di sfruttamento sessuale di un bambino. L’uomo è stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 150,000 dollari. Secondo la polizia e Cliffe stesso, egli avrebbe intrattenuto almeno tre incontri sessuali con una ragazza di 16 anni incontrata online, da aprile a giugno 2017. Cliffe avrebbe anche ripreso l’ultimo incontro con il suo cellulare, senza alcun consenso da parte della minorenne. L’imputato ha affermato davanti alla corte di non essere a conoscenza dell’età della ragazza in quanto il sito web da lui usato, Seeking Arrangement, richiede l’età minima di 18 anni per l’iscrizione. Il giudice Rod Benjamin ha descritto Cliffe come “un rischio per la comunità sulla base di queste scoperte“. Cliffe tornerà oggi in tribunale.

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI