Overwatch League: un altro caso di razzismo, questa volta si tratta di un giocatore dei Philadelphia Fusion

Pioggia di critiche per un altro giocatore dell’Overwatch League, Josue ‘Eqo‘ Corona, DPS della Philadelphia Fusion

Altro caso di razzismo all’Overwatch League. Josue ‘Eqo‘ Corona, un giocatore DPS della  Philadelphia Fusion, è stato molto criticato dai fan per un gesto razzista fatto durante un suo streaming. Eqo, diciottenne colombiano, ha risposto a un commento sulla sua etnia dicendo “Sono coreano” e facendo “gli occhi a mandorla”, gesto considerato molto offensivo nei confronti degli individui di etnia asiatica. Un altro giocatore dell’OWL, Jun-Sung ‘Asher‘ Choi, coreano, è infatti rimasto incredulo di fronte all’azione di Eqo. Se per questo gesto riceverà anche una punizione ufficiale da parte dell’Overwatch League, è ancora da vedere. Dopo le critiche, Eqo ha cercato di scusarsi scrivendo:

In quel momento non pensavo che avrei potuto offendere qualcuno. Se guardate il mio streaming, sapete che amo i coreani e gli faccio sempre complimenti. Non intendevo prenderli in giro con quel gesto. Ovviamente mi scuso con chiunque si sia offeso. Questa clip è stata presa fuori contesto dato che prima stavo facendo i complimenti ai coreani. Il gesto è stato un modo per esprimere la mia ammirazione per loro, non prenderli in giro.

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI